Quanto dura la psicoterapia
In questo decennio di esperienza anche la domanda “ quanto dura una psicoterapia” ha subito variazioni.
Probabilmente è  anche un retaggio culturale. La credenza comune era appunto che i percorsi psicoterapeutici e psicoanalitici fossero molto lunghi.
Nel tempo la percezione delle persone si è modificata, negli ultimi anni la domanda che mi viene rivolta spesso alla fine della prima seduta è “ quando starò meglio ?” - io chiedo -“ come sta?”- la risposta è sempre “ meglio!”.
Aprioristicamente non si può dire quanto durerà una psicoterapia. Prima di iniziare nessuno può avere idea della forza e del potere della parola. La psicoterapia psicanalitica rende le persone libere, libere da schemi mentali, vissuti e scarse elaborazioni che non ci consentono di comprendere chi siamo e cosa desideriamo . Con un lavoro di psicoterapia il velo si alza e ognuno scopre sé stesso.
Assisto spesso alla realizzazione di grandi gioie, innamoramenti, maternità e rinascite.
Il tempo è molto soggettivo. Ci sono persone che chiedono un consulto per un motivo specifico e questi percorsi solitamente sono brevi e vedono la risoluzione nell’arco di qualche mese, non tutti vogliono analizzare nel profondo le loro vite, credo che uno degli aspetti più importanti della psicoterapia stia nel fatto che rispetta il tempo e lo spazio dell’altro permettendo così alla persona di imparare a dare valore alla propria parola, al proprio tempo consentendogli di procedere verso ciò che desidera.
Situazioni più complesse ovviamente richiedono più tempo, sin  dalle prime sedute le persone sperimentano giovamento ed è questo che gli consente di proseguire.
 In ogni caso la fine di un’analisi arriva quando la persona lo desidera e cioè quando ha imparato a saperci fare con la propria vita.
Antonella Russo - MioDottore.it